Giorgio Caproni: Confidenza

Ecco a cosa penso.

Al senso della ragione.

Al senso della dissoluzione.

Al senso del non senso.

 

Giorgio Caproni

da Tutte le poesie. Garzanti ed.

Advertisements

12 thoughts on “Giorgio Caproni: Confidenza

  1. Finalmente dei versi come si deve. La Rete è inflazionata di poesie, così radio ecc. Al punto, addirittura, da farmi detestare la poesia tutta… La sensazione sempre di leggere parole buttate là… quando non sono di un dolciastro falso come i sorrisi del vicino di casa che ti odia ma si sforza di non dartelo a vedere. Caso mai un domani avesse bisogno di te…

    Like

    1. Fa bene lucy ray ha pensarsi piccola-piccola, è l’unico modo di diventare (si sa mai), se non grandi, più grandi.

      Like

      1. <AJOOOO-AHI! Scopro ora rileggendomi un errore da minimo condanna a vent'anni di Siberia e risme di fogli da scrivere come pena quotidiana:
        "a pensarsi" la "a" va senz'"acca".
        Mi riferisco al mio commento sopra… e, ti prego, scorda quella che considero una macchia di pece macroscopica su una camicia fresca di bucato bianca.

        < Non ti davo del lei. Parlavo di una mitica lucy ray come di una terza persona, al di fuori anzi dal di sopra della minuta se non meschina quotidianità dei due qui figuranti corrispondenti… (Mi piace sdoppiare, moltiplicare… se no che delirio mai sarebbe?)

        Like

    2. caro Giudo,
      Le acca sono fatte così, amano sorprendere e fare dispetti.
      Una macchia di pece? pensiamo piuttosto ad una macchia di cioccolato fondente.

      Hai fatto bene a specificare circa “la mitica lucy ray” , non avevo capito. E aggiungo che alla mitica lucy ray piace confrontarsi con chi è più grande di lei.
      Regalami le tue interpretazioni del mio mondo e io crescerò.
      Non puoi sottrarti…………..Il tuo destino è scritto nel nome.
      un sorriso

      Like

    1. apostasia…. bellissimo termine che non conoscevo.( penso che se avessi studiato il greco mi sarei divertita di più a giocare con le parole)
      Credi che Caproni fosse un apostata del senso o piuttosto sei tu a considerarti tale?

      Benvenuto qui,
      ora passo a dare un’occhiata da te.

      Like

      1. Non conosco Caproni, ho preferenza di prosa invero, mi sento lontano dal linguaggio poetico. Caproni credo sia l’opposto di un apostata del senso.
        Grazie dell’accoglienza.

        Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s