Alda Merini : Spazio e Pensiero, io non ho più parole

Spazio

Spazio spazio, io voglio, tanto spazio
per dolcissima muovermi ferita:
voglio spazio per cantare crescere
errare e saltare il fosso
della divina sapienza.
Spazio datemi spazio
ch’io lanci un urlo inumano,
quell’urlo di silenzio negli anni
che ho toccato con mano.
(Da “Vuoto d’amore” – Giulio Einaudi Editore , Torino, 1991)

Pensiero, io non ho più parole

Pensiero, io non ho più parole.
Ma cosa sei tu in sostanza?
qualcosa che lacrima a volte,
e a volte dà luce. ..
Pensiero, dove hai le radici?
Nella mia anima folle
o nel mio grembo distrutto?
Sei cosi ardito vorace,
consumi ogni distanza;
dimmi che io mi ritorca
come ha già fatto Orfeo
guardando la sua Euridice,
e cosi possa perderti
nell’antro della follia.

Advertisements

One thought on “Alda Merini : Spazio e Pensiero, io non ho più parole

  1. falso che io voglia spazio, sarebbe bello se lo desiderassi ora come quando ho letto per la prima volta queste meravigliose parole. ero, avevo, desideravo.

    vero è che ho perso le parole e il pensiero si slega dalle radici strappate e resta.

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s